IRNI

- Il teorema di Bruno Montanari - S P O N S O R - Caffè Circi . www.caffècirci.it - Agenzia con deposito e vendita diretta provincia di Rieti - Lazio - ITALPROGET S.N.C. Style,quality and technology ,Arredi Negozi Alberghi -


I SEGRETI DI FATIMA - Un Vescovo vestito di Bianco - Benedetto XVI

Sei nella sezione: Le Intuizioni e le scoperte di Bruno > Applicazione delle Matrici geometriche

Vai al sotto menu

Per maggiori notizie e informazioni scrivi a: geom.brunomontanari@tiscali.it

Madonna Fatima
BENEDETTO XVI Un Vescovo vestito di Bianco
Fatima-Terzo segreto fog.1


Traduzione " Terzo segreto di Fatima "

1°Foglio
<< J.M.J.
La terza parte del segreto rivelato il 13 luglio 1917 nella Cova Di Iria-Fatima .
Scrivo in atto di obbedienza a Voi mio Dio, che me lo comandate per mezzo di sua Ecc.za Rev.ma il Signor Vescovo di Leiria e della Vostra e mia Santissima Madre.
Dopo le due parti che già ho esposto, abbiamo visto al lato sinistro di Nostra Signora

Fatima-Terzo segreto fog.2

2°Foglio
un poco più in alto un Angelo con una spada di fuoco nella mano sinistra; scintillando emetteva fiamme che sembrava dovessero incendiare il mondo; ma si spegnevano al contatto dello splendore che Nostra Signora emanava dalla sua mano destra di lui: l'Angelo indicando la terra con la mano destra, con voce forte disse : Penitenza, Penitenza, Penitenza! E vedemmo in una luce immensa che è Dio: "qualcosa di simile a come si vedono le persone in uno specchio

Fatima-Terzo segreto fog.3

3°Foglio
quando vi passano davanti " Un Vescovo vestito di Bianco " abbiamo avuto il presentimento che fosse il Santo Padre ". Vari altri Vescovi , Sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c'era una grande Croce di tronchi grezzi come se fosse sughero con la corteccia Il Santo Padre , prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cada=

Di Bruno Montanari:
Esiste un'altra ipotesi del terzo "Segreto" che nessun uomo ha mai menzionato sino ad oggi ed è questa :
Il punto cruciale è nel terzo foglio dove Lucia nella sua visione vede un Vescovo vestito di bianco è lo collega al Santo Padre.
Giovanni Paolo II ha dato rilevanza a questa visione di Lucia collegandola all'attentato avuto in San Pietro visto che vi erano anche in quel giorno 13.05.1981 dei collegamenti numerici con le apparizioni della Madonna di Fatima al punto che la pallottola è oggi nella corona a Fatima.
La mia interpretazione e ben diversa in quanto nella visione di Lucia il Santo Padre muore insieme ad altre persone , e il Signore non credo abbia cambiato all'ultimo momento la visione di Lucia e veniamo al nocciolo del segreto nascosto nelle righe di un foglio di quaderno:
Il primo foglio è composto da 16 righe Lucia ne compila 13.
Il secondo foglio è composto da 16 righe Lucia ne compila 16.
Il terzo foglio è composto da 16 righe Lucia ne compila 16 , ma al quarto rigo e all'undicesimo si menziona il Santo Padre.
Il quarto foglio è composto da 16 righe Lucia ne compila 19 uscendo quindi dallo schema.

"IL SEGRETO" il Terzo foglio ( Il terzo segreto )
16 (sedici)
righe totali
16 + 11 (dove viene menzionato il Santo Padre) = 27 (Ventisette)
16 + 11 + 4 ( dove viene nuovamente menzionato il Santo Padre) = 31 = 3+ 1 = 4(Quattro)
Il Totale delle righe scritte da Lucia nei quattro fogli menzionati è = 13 (1°foglio)+ 16(2°foglio)+16(3°foglio)+19(4°foglio) = 64 che visto sotto il punto di vista della numerologia esso ha le stesse caratteristiche dell'1 in quanto la somma di 6+4 =10 che nuovamente sommato 1+0 =1
ma anche 19 è = 1+9=10 = 1+0 =1

16 giorno
04 mese
19 - 27 Anno

A conferma che nel terzo foglio scritto da Lucia si nasconda una data lo si intuisce anche utilizzando un'altro procedimento :
escludendo le righe dove viene nominato il Santo Padre e cioè il quarto righo e l' undicesimo
si ottiene i seguenti numeri 3 - 6 - 5 . Un anno solare è composto di 365 giorni ( vedi immagine )
Quindi il " VESCOVO VESTITO DI BIANCO " è :
Papa Benedetto XVI, nato Joseph Alois Ratzinger il 16 04. 1927

Inoltre la memoria di Lucia fu scritta il 03.01.1944 Joseph Alois Ratzinger aveva 17 anni e
la coincidenza vuole che in quell'anno con il peggioramento delle sorti tedesche nel conflitto Joseph Alois Ratzinger fu trasferito e incaricato allo scavo di trincee, quindi inviato insieme a gruppi di coetanei a compiere marce in alcune città tedesche cantando canti nazionalsocialisti per sollevare il morale della popolazione. Ratzinger afferma che nell'aprile 1944 disertò durante una di queste marce, evitando la fucilazione prevista per i disertori grazie ad un sergente che lo fece scappare.
" Il destino vuole un'altro epilogo " ed il Papa nè è consapevole :

Fatima 13.05.2010

All'omelia il Pontefice ha messo in guardia contro l'illusione di quanti ritengono "che la missione profetica di Fatima sia conclusa. Qui rivive quel disegno di Dio che interpella l’umanità sin dai suoi primordi: «Dov’è Abele, tuo fratello? […] La voce del sangue di tuo fratello grida a me dal suolo». L’uomo ha potuto scatenare un ciclo di morte e di terrore, ma non riesce ad interromperlo". Prima di auspicare "il preannunciato trionfo del Cuore Immacolato di Maria", di cui parlò la Senhora il 13 luglio 1917, il Pontefice ha spiegato il senso delle apparizioni di Fatima: "Con la famiglia umana pronta a sacrificare i suoi legami più santi sull’altare di gretti egoismi di nazione, razza, ideologia, gruppo, individuo, è venuta dal Cielo la nostra Madre benedetta offrendosi per trapiantare nel cuore di quanti le si affidano l’Amore di Dio che arde nel suo".


Suor Lucia
Matrioska il Terzo segreto di Fatima

4°Foglio
veri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce, e allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i Vescovi Sacerdoti, religiosi e religiose e varie persone secolari, uomini e donne di varie classi e posizioni. Sotto i due bracci della Croce c'erano due Angeli ognuno con un innaffiatoio di cristallo nella mano, nei quali raccoglievano il sangue dei Martiri e con esso irrigavano le anime che si avvicinavano a Dio.
Tuy- 3- 1 - 1944

IL " SEGRETO " DI FATIMA

Prima e seconda parte del "Segreto " nella redazione fattane da Suor Lucia nella"Terza Memoria" del 31 Agosto 1941, destinata al Vescovo di Leiria- Fatima.

(traduzione dal testo originale)

Dovrò,perciò parlare un pò del segreto e rispondere al primo punto interrogativo.
Cos'è il segreto. Mi pare di poterlo dire,perchè dal Cielo ne ho già il permesso.I rappresentanti di Dio in terra mi hanno pure autorizzata, varie volte in varie lettere,una delle quali credo sia conservata dall'Ecc.V.Rev.ma, quella del P.Giuseppe Bernardo Gonçalves,nella quale mi ordina di scrivere al Santo Padre. Uno dei punti che mi indica, è la rivelazione del segreto. Qualcosa ho detto, ma per non allungare troppo quello scritto, che doveva essere breve, mi limitai all'indispensabile lasciando a Dio l'opportunità d'un momento più favorevole.
Ho già esposto nel secondo scritto, il dubbio che mi tormentò dal 13 giugno al 13 luglio, e che in quest'apparizione svani.
Bene. Il segreto consta di tre cose distinte, due delle quali stò per rivelare.

La prima dunque, fu la visione dell'inferno.
La Madonna ci mostrò un grande mare di fuoco, che sembrava stare sotto terra.Immersi in quel fuoco, i demoni e le anime,come se fossero braci trasparenti e nere o bronzee, con forma umana che fluttuavano nell'incendio, portate dalle fiamme che uscivano da loro stesse insieme a nuvole di fumo, cadendo da tutte e parti simili al cadere delle scintille nei grandi incendi,senza peso nè equilibrio, tra grida e gemiti di dolore e disperazione che mettevano orrore e facevano tremare dalla paura. I demoni si riconoscevano dalle forme orribili e ributtanti di animali spaventosi e sconosciuti, ma trasparenti e neri. Questa visione durò un momento. E grazie alla nostra buona Madre del Cielo, che prima ci aveva prevenuti con la promessa di portarci in Cielo (nella prima apparizione), altrimenti credo che saremmo morti di spavento e di terrore.

In seguito alzammo gli occhi alla Madonna che ci disse con bontà e tristezza:
---Avete visto l'inferno dove cadono le anime dei poveri peccatori. Per salvarle, Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al Mio Cuore Immacolato. Se faranno quel che vi dirò, molte anime si salveranno e avranno pace. La guerra stà per finire; ma se non smetteranno di offendere Dio, durante il Pontificato di Pio XI ne comincerà un'altra ancora peggiore. Quanto vedrete una notte illuminata da una luce sconosciuta, sappiate che è il grande segno che Dio vi dà che sta per castigare il mondo per i suoi crimini, per mezzo della guerra, della fame e delle persecuzioni alla Chiesa e al Santo Padre. Per impedirla, verrò a chiedere la consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato e la Comunione riparatrice nei primi sabati.Se accetteranno le Mie richieste, la Russia si convertirà e avranno pace; se no, spargerà i suoi errori per il mondo,promovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno distrutte.Finalmente, il Mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre Mi consacrerà la Russia,che si convertirà, e sarà concesso al mondo un periodo di pace.

TERZA PARTE DEL " SEGRETO "

(traduzione dal testo originale)

<< J.M.J.
La terza parte del segreto rivelato il 13 luglio 1917 nella Cova Di Iria-Fatima .
Scrivo in atto di obbedienza a Voi mio Dio, che me lo comandate per mezzo di sua Ecc.za Rev.ma il Signor Vescovo di Leiria e della Vostra e mia Santissima Madre.
Dopo le due parti che già ho esposto, abbiamo visto al lato sinistro di Nostra Signora
un poco più in alto un Angelo con una spada di fuoco nella mano sinistra; scintillando emetteva fiamme che sembrava dovessero incendiare il mondo; ma si spegnevano al contatto dello splendore che Nostra Signora emanava dalla sua mano destra di lui: l'Angelo indicando la terra con la mano destra, con voce forte disse : Penitenza, Penitenza, Penitenza! E vedemmo in una luce immensa che è Dio: "qualcosa di simile a come si vedono le persone in uno specchio quando vi passano davanti" Un Vescovo vestito di Bianco "abbiamo avuto il presentimento che fosse il Santo Padre ". Vari altri Vescovi , Sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c'era una grande Croce di tronchi grezzi come se fosse sughero con la corteccia Il Santo Padre , prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce, e allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i Vescovi Sacerdoti, religiosi e religiose e varie persone secolari, uomini e donne di varie classi e posizioni. Sotto i due bracci della Croce c'erano due Angeli ognuno con un innaffiatoio di cristallo nella mano, nei quali raccoglievano il sangue dei Martiri e con esso irrigavano le anime che si avvicinavano a Dio.
Tuy- 3- 1 - 1944
Nella traduzione si è rispettato il testo originale anche nelle imprecisioni di punteggiatura, che non impediscono la comprensione di quanto la veggente ha voluto dire.

Per maggiori notizie e informazioni scrivi a: geom.brunomontanari@tiscali.it


Menu di sezione:



Torna ai contenuti | Torna al menu